3 Hermitages MTB Tour

Posted by on lug 28, 2017 in MTB Tracks

3 Hermitages MTB Tour

Per dare un po’ di enfasi all’itinerario che descriverò di seguito, ho deciso di chiamarlo con un nome inglese “3 Hermitages MTB Tour“.
Mi è venuta l’idea di inventare un percorso, una sorta di cammino o di pellegrinaggio attraverso i sentieri del parco Colli Euganei con l’obiettivo di visitare tre Eremi presenti sulle sommità di tre rispettivi colli.
Un giro sicuramente suggestivo e se vogliamo, in un certo senso mistico.
Credo che nessun altro prima d’ora abbia pensato ad una cosa del genere.

Mettiamoci in viaggio !!!

La prima tappa porta sulla cima del Monte Rua a circa 400 metri di altitudine.
Troviamo l’eremo di clausura di Santa Maria Annunziata fondato dai Camaldolesi intorno al 1300 d.C.
Il percorso sfrutta il sentiero che percorre parte della cinta muraria di clausura.
Nonostante la rigidità della clausura, è possibile visitare alcuni luoghi all’interno dell’eremo come la chiesa e una delle celle, dopo aver percorso una scalinata tra le mura che conduce alla porta di ingresso principale.
Il secondo eremo sorge sul versante sud del Monte Venda, a circa 550 metri di altitudine, poco sotto la cima del colle più alto degli Euganei.
Si tratta dei ruderi del Ex Monastero degli Olivetani, dove si ha testimonianza di un primo insediamento eremitico fondato da un monaco attorno alla fine del 1100 d.C.
L’area dei ruderi del Monastero degli Olivetani recentemente è stata oggetto un intervento di recupero e restauro.
E’ sempre aperta e visitabile, un luogo suggestivo di grande attrazione e fascino, forse anche la più bella tra le mete di escursioni sui Colli Euganei.

L’itinerario prosegue con la terza tappa, raggiungendo Villa Beatrice d’Este sulla cima del Monte Gemola a circa 280 metri di altitudine.
Ci sono documenti che attestano dell’esistenza di un insediamento di eremiti che già agli inizi del medioevo, si erano stabiliti nel luogo dove adesso è situata la villa.
La villa occupa una posizione panoramica molto suggestiva e prende il nome da una nobile santa della corte estense che vi edificò un convento, dove si ritirò in meditazione.
Più avanti negli anni, il luogo fu abbandonato ed andò in disuso, per poi essere acquistato e trasformato in villa di campagna da un ricco veneziano che lo acquisto alla fine del XVI secolo.
Ora la villa è proprietà del Consorzio Colli Euganei ed ospita un museo naturalistico.

E adesso alcuni dettagli sul percorso.
L’itinerario ha una lunghezza di circa 30km gran parte su sentiero, per un dislivello complessivo di circa 950m.
Si parte da Galzignano per salire sui sentieri che portano alla sommità del Monte Rua, si prosegue poi verso Roccolo per scendere verso Castelnuovo dove inizia l’impegnativa ascesa al Monte Venda.
Da li si scende verso Faedo per poi risalire il fianco del Monte Fasolo e parte del Monte Rusta fino a raggiungere la sommità del Monte Gemola.
Si ritorna attraversando l’altro versante del Monte Fasolo per poi percorrere una divertente discesa che conduce al punto di partenza.
Il giro è indicato per escursioni a piedi o in MTB ma non è particolarmente adatto ad escursioni a cavallo in quanto ci sono diversi tratti in cui il sentiero è molto stretto.
Il dislivello da percorrere in salita, che in alcuni casi presenta tratti molto ripidi, richiede una buona preparazione.
Se deciderai di fare l’escursione in MTB non sottovalutare le discese che richiedono una buona padronanza del mezzo.

Non esiste una particolare segnaletica sui sentieri dei Colli Euganei e attualmente la traccia GPS non è disponibile, comunque se organizziamo un gruppo, io posso fare da guida.
Se ti fa piacere lascia i commenti nel post sul gruppo Facebook.

3 Hermitages MTB Tour